Erbium Yag FAQ

D: Come agisce il laser Erbium Yag nel resurfacing cutaneo?

R: Il sistema Erbium Yag è progettato per offrire un resurfacing cutaneo, sia superficiale che profondo. La lunghezza d'onda della luce emessa dall' Erbium Yag è molto ben assorbita dall'acqua presente a livello cutaneo. Gli impulsi del laser vaporizzano rughe, cicatrici, macchie e altre irregolarità, strato dopo strato. Questo processo stimola anche la formazione di nuovo collagene, con conseguente aumento del tono e dell'elasticità della pelle.


D: La tecnologia Erbium Yag può essere utilizzata anche su problematiche di lieve entità?

R: L' Erbium:YAG è un laser indicato anche per il trattamento di un fotoinvecchiamento lieve (ad esempio, cheratosi solare), di cicatrici del viso lievemente atrofiche (ad esempio, da acne o varicella), di discromie (ad esempio melasma e lentiggini), e di rughe del viso sia superficiali che profonde. Utilizzando impulsi più lunghi anche i pazienti con rughe e cicatrici più profonde possono essere trattati con successo.


D: Qual è il vantaggio di utilizzare un Erbium Yag rispetto ad un CO2 per un resurfacing cutaneo?

R: Il laser CO2 è diventato rapidamente il cavallo di battaglia di molti meici estetici; i suoi vantaggi e i suoi limiti sono ben documentati. Nonostante la tonificazione della pelle sul lungo termine e il miglioramento delle rughe sia impareggiabile, un marcato eritema persiste per diverse settimane o mesi e spesso si determinano ipopigmentazioni permanenti, effetti collaterali inaccettabili per molti pazienti. Anche nel caso in cui non si verifichino  complicazioni, il periodo di recupero necessario per una completa riepitelizzazione forza il paziente a rimanere in casa in media 2 settimane. Con il sistema Er: YAG ci sono meno effetti collaterali e tempi di recupero molto più rapidi. L'assorbimento della luce emessa dall' Er: YAG da parte dell'acqua è 10 volte superiore rispetto a quello del laser CO2, consentendo un'ablazione del tessuto più superficiale e molto più controllata.